July 2018
M T W T F S S
1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31
-

Altri Video

Altri articoli

Error
  • Error loading feed data
  • Error loading feed data

Nomine vertici RAI e Internet Bill of rights

Come da tradizione anche questa volta i vertici della RAI sono stati nominati secondo la logica della lottizzazione, applicando quello che è stato definito il manuale Cencelli 2.0. L'accordo tra PD e Forza Italia è stato raggiunto senza problemi e mentre ci avevano detto che il patto del Nazareno non esisteva più, magicamente sembra ricomparire quando si parla di televisione: chissà perché?!

Ovviamente il tutto è accaduto molto in fretta e mentre gli italiani sono in vacanza al mare: Renzi, giovane vecchio, ha proprio imparato bene ed il Partito Democristiano avanza sempre più. Di nominare gente competente, indipendente e distante dai partiti non se ne parla proprio. Il premier che twittava di voler cacciare la politica dalle aziende pubbliche e avanzava mirabolanti progetti di legge sulla modifica della governance RAI si è però servito della legge Gasparri, che a parole tutti criticano e di cui però nei fatti tutti si servono.

In realtà non serve cambiare la legge per nominare gente capace, competente ed indipendente (e non spin doctor e gente transitata alla Leopolda). La dimostrazione è Carlo Freccero, nome avanzato dal MoVimento e la cui competenza ed indipendenza è riconosciuta da tutti.

Certo sarebbe stato bello avere più tempo, raccogliere diversi curricula e sottoporli al parere dei cittadini in maniera aperta e trasparenza, ma ovviamente lor signori di questo hanno paura. Per il tramite del ministro Padoan il governo ha infatti fatto sapere che il tempo era scaduto e bisognava agire subito applicando la legge Gasparri (tanto criticata e vituperata da Renzi & co.).

Sono dei buffoni, gettano fumo negli occhi dei cittadini italiani e continuano imperterriti a perseguire i loro biechi interessi di parte. La RAI è un bene pubblico e pertanto appartiene a tutti i cittadini che sono gli unici datori di lavoro e ai quali bisogna quindi rendere conto.

Io mi batterò in Europa affinché il servizio pubblico sia degno di questo nome e quando ci sarà la revisione della direttiva dei servizi dei media audiovisivi, mi impegnerò affinché vengano fissati principi minimi per evitare che si compiano ulteriori scempi della TV pubblica come quelli a cui abbiamo tristemente assistito in tutti questi anni.

 

C'è un altro aspetto che credo sia utile menzionare in quanto positivo. Il 28 luglio la Commissione di studio sui diritti e i doveri relativi ad Internet ha approvato la Dichiarazione dei diritti di internet. Si tratta di un testo unico che rappresenta uno spunto da cogliere e può fungere da stimolo per rilanciare l'azione in Europa. Personalmente mi impegnerò in questo senso.

TTIP E DIRITTI DIGITALI

European Digital Rights "EDRi" è una rete di 33 organizzazioni che si occupano di diritti civili e diritti umani, attiva in 19 paesi europei. L'obiettivo principale è quello di promuovere, proteggere e sostenere i diritti sopracitati e le libertà fondamentali nell'ecosistema digitale. Questo documento riguardante il #TTIP analizza aspetti che spesso passano in secondo piano, ma non per questo meno importanti.

TTIP E DIRITTI DIGITALI

‪#‎LaTrattativa‬ arriva al Parlamento Europeo.

Il film documentario di Sabina ‪#‎Guzzanti‬, parla della trattativa Stato-mafia, della negoziazione tra lo Stato italiano e Cosa nostra, in un arco storico che parte dal '90 arrivando fino ai giorni nostri.
Le risposte possono essere tante, ma innanzitutto bisogna porsi le giuste domande, guardare i fatti in maniera critica cercando di capirne l'essenza.
Dopo la visione ne dibatteremo con Sabina.
Dove: Parlamento Europeo sala "Yehudi Menuhin"
Quando: il 15 luglio alle 19:00
Per partecipare è necessario iscriversi tramite questo link:
https://ec.europa.eu/eusurvey/runner/La_Trattativa
Per avere più informazioni: http://www.latrattativa.it/

#LaTrattativa

#SiamoDentro

adinolfi_isabella_m5s
SlideShow

#SonoroSchiaffo

10341435_1419488348330136_3443375576200194597_n
Gallery

Member of the EFDD Goup at the European Parliament